è finalista per il premio Andersen (MIGLIOR LIBRO FATTO AD ARTE)

«Mi piace quando mi azzuffo con mio fratello
e ci rotoliamo sul lettone, uno sull’altro,
come per fare la lotta, ma senza farci male»

«Non mi piace quando devo fare lo slalom nel piatto
per saltare i broccoli cercando di inforchettare solo i fusilli..»

«Mi piace quando pedalo come un razzo
e mi butto giù da una discesa con l’aria
che mi fischia nelle orecchie
e mi scompiglia i capelli»…

2015-03-31 19.07.10In poche righe, raccolte in un libro a soffietto illustrato da Antonio Ferrara, un personaggio si descrive – come in una filastrocca – attraverso quello che ama fare.
Fare alla lotta, cucinare, arrampicarsi, giocare a carte e mille altre cose. È un maschio o è una femmina? ci chiediamo scorrendo le pagine, ma il sesso del protagonista si rivela solo alla fine del breve racconto, capovolgendo il soffietto, in un’immagine poster che ne mostra il volto e il desiderio di vivere un’infanzia fuori dagli schemi…